domenica 15 aprile 2018

Foglio Rosa per la guida di veicoli

Chi commette un'infrazione grave mentre si sta esercitando alla guida non rischia più di vedersi sospendere la patente quando avrà superato l'esame.



Un recente sentenza della Cassazione, la 47589/2017, riguarda il Foglio Rosa (il documento provvisorio che autorizza a guidare sotto la sorveglianza di un automobilista esperto) fa chiarezza su una questione controversa.
Eccola: che cosa rischia l'allievo che commette un'infrazione grave prima ancora di avere ricevuto la licenza definitiva?
Secondo l'opinione di alcuni giuristi la nuova licenza deve restare intatta. Con la Sentenza 47589/2017 la Cassazione è tornata sull'argomento per ribadire un punto importante: chi, col Foglio Rosa, incappa in una violazione seria, dovrà pagare solo la relativa sanzione in euro, senza ripercussioni sul documento definitivo. Il Codice della Strada parla di sospensione della patente ma non fa alcun riferimento diretto al Foglio Rosa. Sarà pure discutibile, però scripta manent.

Immaginiamo che un titolare di Foglio Rosa abbia superato di più di 40 km/h e meno di 60km/h un limite di velocità, e che l'infrazione sia stata rilevata con un autovelox: contravvenzione di 532 euro e sospensione della patente. Se le Forze dell'Ordine fermano il guidatore sul posto, gli consegnano il verbale direttamente; altrimenti il verbale verrà inviato al domicilio.
La sanzione pecuniaria dev'essere pagata comunque. Poi, una volta superato l'esame di guida, la nuova licenza (nonostante la nuova sentenza della Corte di Cassazione) potrebbe venire ugualmente sospesa, per un errore burocratico.
In questo caso, il neo patentato non può assolutamente rimettersi al volante. Se venisse fermato, infatti, dovrebbe pagare una multa di 2.006 euro; e, se provocasse un incidente, sarebbe obbligato a rifondere di tasca propria anche i danni altrui. L'unica soluzione è opporsi alla sospensione della patente.
Entro 60 giorni dalla data del verbale di sospensione, è possibile fare ricorso al Prefetto competente per luogo della commessa violazione (ricordarsi di indicare nell'atto la sentenza della Corte di Cassazione n.47589/2017).

Circolare col Foglio Rosa è possibile anche al di fuori delle lezioni dell'autoscuola: occorre, però, che, accanto all'allievo sieda un guidatore esperto in veste di istruttore. Il tutor non può avere più di 65 anni e dev'essere titolare da almeno dieci anni di una licenza uguale a quella per la quale l'allievo si sta esercitando (non serve anzianità quando il guidatore esperto possiede una patente di categoria superiore a quella per la quale si sta esercitando l'allievo). Se l'accompagnatore non risponde ai requisiti richiesti, multa di 442,00 euro (sia per chi guida sia per il tutor) e fermo amministrativo dell'auto per 3 mesi.

Nessun commento:

Posta un commento